Trasloco & Gravidanza

Secondo alcune statistiche recenti, il trasloco è uno degli eventi che causa più stress sopratutto alle donne, nella classifica se la gioca per il podio con lutti e separazioni. Per una neo mamma questa fase potrebbe essere davvero un evento traumatico, sopratutto se si è già oltre il sesto/settimo mese di gravidanza.

Ma non bisogna per forza vederla sotto quest’ottica, in fin dei conti traslocare vuol dire anche entrare in una nuova casa e quindi iniziare un nuovo capitolo della nostra vita.

Cosa c’è di meglio nell’inaugurare la nuova casa con la nuova nascita? Vediamo come una neo mamma può affrontare quest’ardua sfida.

1) Il parere del medico prima di tutto.

Una delle cose che sicuramente avete più a cuore è la vostra salute e quella di vostro figlio, per questo è importante richiedere il consiglio di un esperto prima di affrontare una tale sfida.

Qui non si parla esclusivamente di prendere parta al vero e proprio trasloco trasportando le scatole, quello sicuramente lo farete fare a un azienda specializzata in traslochi come la ditta Di Maria, che ha già vissuto questa situazione insieme ad altre clienti neo mamme, lo stress è dovuto a tutte le fasi e i cambiamenti che si affrontano in questo periodo e alle varie mansioni e responsabilità che una donna di casa ha durante il trasloco.

Ricordatevi che per ogni periodo della gravidanza ci sono dei pesi massimi che potete sollevare senza rischiare contrazioni e dolori.

2)Riconoscere i propri limiti è importante per la vostra salute

Anche se vi sentite delle donne indipendenti e in grado di qualsiasi impresa, ricordate che siete in un periodo pieno di gioia e di dolori, e che tutto quello che attraversate e vivete in questi mesi in realtà lo vivete e lo affrontate insieme al vostro piccolo. 

Generalmente in questa fase sarete circondati dai vostri cari che vi aiuteranno ad affrontare il trasloco e la vostra gravidanza nel modo più sicuro e agevole possibile, quindi non abbiate timore a chiedere aiuto anche se siete abituate a fare tutto da voi.

Inutile sottolineare che mai come in questo periodo per un trasloco, vi dovete necessariamente affidare a una ditta specializzata in traslochi, che vi farà risparmiare tutta la fatica fisica del trasloco.

3) Pianificare tutto con largo anticipo

Spalmare il lavoro su un arco temporale ampio vi permetterà di affaticarmi mentalmente di meno, e tenendo tutto organizzato appuntando le cosa da fare su un agenda renderà meno stressante il trasloco. é importante avere un quadro chiaro e una lista delle cose da fare, solo così possiamo affrontare in serenità questi due eventi contrapposti stressanti e nello stesso tempo pieni di gioia.

 Improvvisare e fare le cose di fretta sarà controproducente, ma anche ridursi all’ultimo renderà il lavoro insopportabilmente faticoso. 

Iniziate ad impacchettare con largo anticipo in modo da fare delle pause regolari. Fai una pausa ogni mezz’ora e tieni i piedi sollevati in modo da favorire la circolazione. Stare troppo tempo in piedi può comportare un gonfiore degli arti inferiori.

4) Fate molta attenzione alle scale

Durante la gravidanza è più facile cadere a causa dello spostamento del baricentro di gravità. Fai molta attenzione se porti cose pesanti e cammini su e giù per le scale. Indossa scarpe comode e con una buona aderenza. 

5) Scegliete prodotti non nocivi

Non sottovalutate la scelta dei prodotti necessari per la pulizia della vostra nuova casa, anche qui se avete la possibilità fatevi aiutare da parenti e amici, non rischiate di respirare sostanze nocive che possono compromettere o affaticare ulteriormente questo momento stressante della vostra vita.

Usa prodotti per la pulizia adeguati: evita quelli con sostanze chimiche aggressive e profumi forti.

6) Preparatevi per il giorno del trasloco

Se avete seguito i nostri consigli arriverete a questa fatidica giornata del trasloco, abbastanza tranquilli e sereni, avrete sicuramente programmato nei minimi dettagli tutti i lavori da fare e tutte le persone che coinvolte nel trasloco, avrete sicuramente contattato la vostra ditta di fiducia che vi aiuterà e vi leverà tutta la parte faticosa dell’evento. Ora dovete pensare a voi stessi e alla salute del vostro piccolo, preparatevi un kit da portare con voi durante il trasloco. L’ideale potrebbe essere uno zaino a spalla o una borsa non troppo pesante. Riempitela con qualche snack e acqua nel caso di un possibile calo di zucchero e idratazione necessaria. Portatevi con voi qualche vestito di ricambio, fazzoletti e tutte le medicazioni e farmaci che il vostro medico vi ha consigliato di prendere durante la gravidanza.

Trasloco e gravidanza:In conclusione

Siate previdenti e non lasciate nulla al caso, pensate alla vostra gravidanza in primis e fatevi aiutare da più amici e parenti possibili. Fate attenzione durante gli spostamenti e non esagerate. Riposatevi e cercate di stare comodi e di sedervi quando possibile.

E ricorda che una ditta di traslochi di esperienza può fare molto per alleggerire il carico di lavoro e lo stress derivato dal trasloco.

E tu, hai già traslocato durante la gravidanza? Qual’è stata la tua esperienza? Hai in mente di farlo? Faccelo sapere con un commento qui sotto.

La ditta Di Maria Traslochi

vi augura BUONE VACANZE

ml_html_hidden